Il primo Campo Libero nella cooperativa Le Terre di Don Peppe Diana

Il primo Campo Libero nella cooperativa Le Terre di Don Peppe Diana

È partito ieri, domenica 1 luglio, il primo Campo Libero a Castel Volturno, nella cooperativa Le Terre di Don Peppe Diana, al momento unica cooperativa Libera Terra in Campania.

Il gruppo Coop Lombardia, composto da colleghi e Soci volontari, è stato accolto con gioia dal presidente della cooperativa Massimo, dal socio Claudio e da Francesco e Simona, due collaboratori, che hanno descritto loro il programma e le attività della settimana.
I campisti, coordinati dallo staff della cooperativa, saranno impegnati in piccole attività di manutenzione della sede e assisteranno ad alcune fasi del ciclo di lavorazione all’interno dello stabilimento di produzione casearia. Qui il latte di Bufala arriva da 4 aziende selezionate del territorio che rispettano anche il benessere animale, ad esempio facendo una sola mungitura al giorno.
Parallelamente all’attività di impegno ci saranno numerosi momenti di formazione: come la visione del documentario Sono cosa nostra, o la discussione sull’identità sociale e politica di Libera e sull’importanza della dimensione educativa dell’associazione.
Martedì i nostri incontreranno LegaCoop Campania per un incontro dal titolo La buona cooperazione. I valori e l’identità cooperativa. Mercoledì, invece, avranno l’opportunità di incontrare i familiari di vittime innocenti di camorra.
La giornata di venerdì sarà dedicata alla filiera agroalimentare, prima con un approfondimento sull’insieme degli agenti che operano lungo la filiera bufalina, e poi con la visita didattica all’allevamento Ponterè, fornitore di latte di bufala biologico. Grazie al coinvolgimento di Legambiente Campania è previsto anche un incontro dal titolo Ecomafie. Da dove nasce la cosiddetta Terra dei Fuochi.
Non mancheranno momenti di svago e aggregazione come la cena al Bambusa Pub, gestito da Luigi Ferrucci, presidente dell’associazione FAI – Antiracket di Castel Volturno e vicepresidente nazionale del FAI.

Una lunga e indimenticabile settimana dedicata all’impegno, alla formazione e alla memoria.

Condividi questo contenuto