Speciale salute: test sierologici per i Soci Coop Lombardia

I test sierologici servono per mettere in evidenza la presenza di anticorpi diretti contro il virus, in questo caso il SARS CoV 2, responsabile del Covid-19.

Grazie ai piani di assistenza sanitaria integrativa di Insieme Salute, i Soci Coop Lombardia potranno effettuare i test sierologici presso l’Istituto Auxologico Italiano alla tariffa agevolata di 32 euro.
In caso di positività, i successivi tamponi saranno a carico del Servizio Sanitario Regionale e quindi gratuiti.
Prenota online sul sito web dell’Istituto cliccando qui, e all’accettazione ti basterà presentare la Carta Socio Coop Lombardia.

A cosa servono e come si eseguono test sierologici COVID-19? E che tipologie vengono effettuate?

La presenza di anticorpi diretti contro il virus può indicare l’avvenuta esposizione al virus, ma la positività al test non può essere una garanzia di una immunità al Coronavirus; infatti non è ancora noto il titolo protettivo degli anticorpi e nemmeno la loro durata nel tempo.
L’assenza di anticorpi non esclude nemmeno la possibilità di un’infezione in atto in fase precoce o asintomatica e il relativo rischio di contagiosità dell’individuo.

Il test sierologico proposto da Istituto Auxologico è il test quantitativo ECLIA per Ig Totali, eseguito attraverso un prelievo venoso, con risposta di presenza o assenza delle due classi di immunoglobuline IgG e IgM contemporaneamente. Si tratta di un test con un alto livello di attendibilità e accuratezza, che ha una specificità del 99,81% e una sensibilità superiore al 95%.

È importante sapere che:

  • le IgM sono i primi anticorpi che vengono prodotti in risposta a un’infezione, e la loro presenza indica quindi un’infezione recente
  • le IgG sono più tardive e normalmente rappresentano il ricordo e la difesa immunitaria

Cosa indica il test?

Un risultato negativo al test indica che una persona non è stata infettata oppure è stata infettata molto recentemente (meno di 8-10 giorni prima), e non ha ancora sviluppato la risposta anticorpale al virus, oppure è stata infettata ma il titolo di anticorpi che ha sviluppato è, al momento dell’esecuzione del test, al di sotto del livello di rilevazione del test.
Al contrario, se il risultato al test è positivo, il paziente dovrà dare segnalazione tempestiva dell’esito al suo Medico di Medicina Generale, avrà l’obbligo di isolamento domiciliare, e dovrà proseguire la quarantena nei tempi e nei modi che gli verranno indicati, e comunque fino alla negativizzazione, che si accerta dopo almeno 14 giorni dalla scomparsa dei sintomi, tramite due tamponi negativi a distanza di 24 ore, il cui svolgimento concorderà con il suo medico di Medicina Generale.

L’esito del test sierologico e dell’eventuale tampone verrà comunicato all’ATS di residenza del paziente e/o al Medico Competente dell’azienda, secondo le indicazioni regionali, fornendo i dati anagrafici e i recapiti del paziente.

Non hai ancora aderito a Insieme Salute? Per maggiori informazioni e per usufruire di tutti i vantaggi riservati ai nostri Soci, chiama lo 0237052067 oppure scrivi a info@insiemesalute.org

Redatto da Istituto Auxologico Italiano e Insieme Salute società di mutuo soccorso

Condividi questo contenuto

Rimani aggiornato, iscriviti alla newsletter


Leggi l'informativa sul trattamento dei dati personali