Coop Lombardia promuove una spesa responsabile

Ecco tutte le misure messe in atto dalla Cooperativa per fronteggiare l’emergenza COVID-19 e promuovere una spesa responsabile.

Nei 57 punti vendita di Coop Lombardia sono attive segnaletiche orizzontali, barriere in plexiglass e prescrizioni per rispettare il distanziamento. Sono stati potenziati i presidi di sicurezza per gli operatori e, per evitare assembramenti, modificati gli orari dei punti vendita che puoi consultare cliccando qui.

In ottemperanza alla normativa vigente, nei supermercati e ipermercati Coop Lombardia sono state sistemate all’interno del perimetro dei negozi segnaletiche orizzontali che permettono di rispettare le distanze di sicurezza anche nelle aree di maggior affollamento, come i banchi serviti e la barriera casse –  incluse le casse “salvatempo” e fast. È stata inoltre predisposta un’apposita segnaletica calpestabile e cartellonistica verticale che, abbinata a messaggi diffusi da radiocoop e dagli interfono, sensibilizza i clienti sul corretto comportamento da adottare per evitare assembramenti e far rispettare i flussi in ingresso. I flussi sono costantemente monitorati dal personale con il supporto di un software che ogni 30 minuti aggiorna il dato delle presenze in punto vendita: questo dato viene poi raffrontato con gli indici di affollamento definiti per il rispetto del metro di distanza interpersonale, calcolando anche i collaboratori in servizio.
All’ingresso dei nostri negozi vengono forniti a soci e clienti guanti monouso con cui effettuare la spesa.

Come ulteriore elemento di protezione per i lavoratori e i clienti, sono stati installati in sole 3 notti 1100 pannelli in plexiglass in tutti i punti vendita presso le barriere casse, le parafarmacie, gli uffici soci e i punti d’ascolto.
Alla luce dell’ordinanza del 21 marzo 2020 della Regione Lombardia, che raccomanda (senza obbligo) la rilevazione della temperatura corporea, sono stati presi ulteriori provvedimenti per regolare l’accesso ai punti vendita, evidenziati in tutti i negozi tramite apposita comunicazione: i dipendenti devono misurare la temperatura all’inizio di ogni turno, autocertificando di non avere febbre (temperatura inferiore ai 37,5°). Un termometro è inoltre a disposizione per coloro che non l’avessero misurata a domicilio. Anche per i clienti la Cooperativa ha messo a disposizione all’ingresso del negozio un termometro per la misurazione della temperatura, e carta imbevuta di soluzione alcolica per la sanificazione prima e dopo l’uso.

Coop Lombardia invita tutti alla collaborazione e alla responsabilità, raccomandando alla sua clientela che a far la spesa, nel minor tempo possibile, sia una sola persona per nucleo familiare e non accompagnata da bambini. I clienti sono altresì invitati ad attendere con pazienza il proprio turno per esser serviti e a mantenere il metro di distanza in particolar modo in prossimità dei banchi serviti e delle casse.

Le dotazioni di sicurezza per il personale 

Già a partire dalle scorse settimane, per agevolare la pulizia delle mani – la principale misura preventiva consigliata – sono state messe a disposizione degli operatori di cassa confezioni di detergenti antibattericidi, e ampiamente diffuse le buone pratiche per evitare la diffusione di microrganismi respiratori. Tutte le superfici a contatto con il pubblico (banchi accoglienza, prestito soci, terminali salvatempo, pulsantiere bilance ortofrutta …) sono continuamente sanificate con appositi prodotti a base alcolica. Nelle domeniche 22, 29 marzo, 5 e 12 aprile i negozi sono tutti chiusi, per dare giorni di meritato riposo a tutto il personale. Durante queste giornate verranno integrate alle quotidiane attività di sanificazione, anche delle attività straordinarie di sanificazione con l’utilizzo di prodotti atti eliminare ogni possibile forma di contaminazione.
In base all’ordinanza n. 521 del 4/4/2020 della Regione Lombardia, tutti i nostri dipendenti sono stati dotati di mascherina.

La segnaletica a terra oltre a garantire il metro di distanza fra i clienti, determina anche le zone di carico del carrello e le distanze da tenere per effettuare il pagamento.
Il Servizio di Prevenzione e Protezione di Coop Lombardia ha condiviso con tutti i dipendenti le procedure corrette a cui attenersi per la riduzione delle probabilità di contagio, procedure tutte già messe in atto dalla Cooperativa. Modalità più stringenti per ridurre i contatti interpersonali sono state adottate anche negli spogliatoi, nelle sale ristoro e lungo la catena logistica.

I servizi di spesa online

Grazie alla partnership con Supermercato24, la consegna gratuita della spesa agli over 65, con un minimo di spesa di 40 euro, è stata estesa fino all’11 aprile a tutti i Comuni della Lombardia in cui è attivo il servizio, nelle province di Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Milano, Pavia e Varese, previa verifica della copertura del servizio.
La cooperativa invita i soci e i clienti a prestare particolare attenzione alle truffe che si celano dietro privati cittadini che danno i propri riferimenti e numeri di telefono per consegne a domicilio utilizzando il logo di Supermercato24. Si tratta di persone non autorizzate, l’unico canale ufficiale per l’ordine e la consegna della spesa è quello del https://www.supermercato24.it/.

Per i punti vendita di Milano Piazzalodi, Bergamo, Parabiago, Cassano D’Adda, Ipercoop Sarca, Brescia Flaminia e Voghera è inoltre attivo il servizio Coop Drive di ordine online e ritiro della spesa comodamente dalla propria auto. Presso il Supermercato del Futuro Coop Bicocca e presso il Vodafone Village è disponibile anche il Coop Locker che consente il ritiro della spesa ordinata online in qualsiasi momento della giornata, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.
A causa dell’elevata richiesta, tutti i servizi online sono attivi ma congestionati, con immediata saturazione delle fasce orarie di consegna.

Gli orari dei punti vendita e dei bar-ristoro

In ottemperanza a quanto disciplinato dalle misure di emergenza per il contrasto al Coronavirus, per limitare il più possibile le code all’ingresso nell’orario mattutino, abbiamo variato gli orari di alcuni nostri punti vendita: controllali prima di uscire a fare la spesa cliccando qui. Chiuse invece le altre attività posizionate all’interno delle gallerie dei centri commerciali, i bar e punti ristoro.

Condividi questo contenuto

Rimani aggiornato, iscriviti alla newsletter


    Leggi l'informativa sul trattamento dei dati personali