Uno scambio di sguardi a Bergamo: capire l’Afghanistan

La Fondazione Serughetti La Porta e il Comune di Bergamo organizzano un interessante ciclo di incontri intitolato “Uno scambio di sguardi: raccontare e capire l’Afghanistan oggi”, in collaborazione con il Comitato Soci di Zona di Bergamo e Amnesty International. 

La rassegna nasce dalla voglia di indagare e comprendere la situazione di un Paese in guerra da decenni. Quanto accaduto la scorsa estate in Afghanistan, e quanto sta ancora accadendo in questi mesi, evidenzia, con chiarezza e drammatico tempismo, i limiti e le ambiguità dei rapporti internazionali. La storia di dolore di questo popolo è fissata in immagini eloquenti: persone aggrappate alle ali di un aereo, bambini passati di mano sopra i muri di cinta di un aeroporto, centinaia di migliaia di sfollati e rifugiati. 

La società civile afghana, stanca del protrarsi della situazione, chiede che, con il ritiro di eserciti e diplomatici, non si distolga lo sguardo da quanto accade in quella terra. Gli incontri in calendario a Bergamo rispondono proprio a questo accorato appello, e invitano i cittadini a mantenersi vigili e a comprendere a fondo la realtà delle cose, spesso deformata dalla distanza che ci separa dagli accadimenti.   

Il programma prevede sei diversi appuntamenti, tutti ad ingresso libero. 

  • VEDERE E RACCONTARE
    Lo sguardo di un inviato a sei mesi dal disingaggio internazionale. Cosa succede oggi in Afghanistan?
    28 febbraio | 17.30 | Fondazione Serughetti La Porta

    Incontro con Giuliano Battiston, giornalista e direttore Lettera 22;
  • RIPRENDERE
    Lo sguardo dietro la telecamera di due registe, una afghana e un’italiana. Come raccontare la storia delle donne disinnescando gli stereotipi?

    • 28 febbraio | 21 | Auditorium di Piazza della Libertà
      HAVA, MARYAM”, di Saharaa Karimi: proiezione e incontro con la regista;
    • 7 marzo | 21 | Auditorium di Piazza della Libertà
      “I AM THE REVOLUTION”
      , di Benedetta Argentieri: proiezione e incontro con la regista;
  • INQUADRARE
    Lo sguardo di un fotografo che ha percorso quella terra. Che cosa rimane fuori dal rettangolo di una foto?
    14 marzo | 21 | Fondazione Serughetti La Porta
    Il fotografo Giovanni Diffidenti racconta il suo Afghanistan attraverso le sue immagini;
  • DEFORMARE
    Lo sguardo di una studiosa specializzata in Medio Oriente. Attraverso quali filtri e modelli guardiamo e rappresentiamo le donne afghane?
    21 marzo | 21 | Fondazione Serughetti La Porta
    Incontro con Elena Giunchi, dell’Università degli Studi di Milano;
  • INCONTRARE
    Lo sguardo a ritroso di una famiglia afghana che ha lasciato il proprio paese. Che cosa si lascia e che cosa si porta quanto si parte?
    28 marzo | 21 | Fondazione Serughetti La Porta
    Conversazione con una famiglia afghana ospitata a Bergamo.

Per accedere a ogni incontro sono richiesti il Super Green Pass e la mascherina FFP2.

Per maggiori informazioni sugli incontri è possibile contattare la Fondazione Serughetti La Porta all’indirizzo info@laportabergamo.it oppure consultare il sito internet della fondazione.

Condividi questo contenuto

Rimani aggiornato, iscriviti alla newsletter


    Leggi l'informativa sul trattamento dei dati personali