Roma, #StopTamponTax: al Senato Close the Gap

Il Governo ha imboccato la strada giusta con l’abbattimento dell’Iva sugli assorbenti femminili dal 22% al 10% annunciato nella presentazione della Manovra 2022 e dimostra di aver recepito la mobilitazione in atto che Coop, il collettivo Onde Rosa, l’associazione Tocca a Noi e la piattaforma Change.org, hanno sostenuto, ma si può fare di più. Manca solamente l’ultimo piccolo passo per ottenere che i prodotti di igiene femminile siano tassati come beni di prima necessità, quindi con l’Iva al 4%.

Con lo scopo di continuare l’opera di vigilanza e sensibilizzazione sul tema dell’abbattimento dell’Iva sugli assorbenti femminili, il 5 novembre presso la Biblioteca del Senato si sono riuniti il mondo della politica, anche alla presenza della Ministra per le Pari Opportunità Elena Bonetti, quello della cultura e quello dell’attivismo sociale. Al fianco dell’incontro istituzionale, trasmesso in streaming su Youtube sul canale istituzionale del Senato, altre forme di mobilitazione. In piazza della Minerva, di fronte all’ingresso della sala che ospita il confronto, varie performance di danza per continuare a sensibilizzare e invitare alla sottoscrizione della petizione. Alle 650.000 firme raccolte su Change.org si sommano ora le oltre 79.000 firme raccolte in presenza da soci e volontari Coop in una rete di 260 punti vendita dislocati in 221 comuni.

“Se guardiamo agli ultimi dati in nostro possesso la fotografia che ne viene fuori è quella di un Paese in grande trasformazione. L’ultima rilevazione del nostro Ufficio Studi racconta che 8 italiani su 10 sono favorevoli a unioni tra persone dello stesso sesso, o che il 42% delle donne sono convinte di non essere state valorizzate a pieno (lo pensa solo il 18% degli uomini) e quasi 9 esperti su 10 sono convinti che il gender gap sia un problema che va affrontato. Ci sono evidentemente delle disuguaglianze che vanno sanate e Coop si sta impegnando in prima persona per farlo – dichiara Maura Latini, amministratrice delegata di Coop Italia – Questa dell’Iva sull’assorbenza femminile può sembrare una piccola cosa, ma in realtà è un problema di tutti i giorni e quindi più grande di quanto lo si possa immaginare. Se davvero come ha annunciato il Governo un primo passo si è fatto, chiediamo che sia compiuto un ultimo piccolo sforzo per far sì che le donne possano acquistare i propri prodotti di igiene come un bene di prima necessità e non come un bene di lusso”. L’impegno sulla Tampon Tax di Coop è infatti parte integrante della campagna “Close the Gap” lanciata lo scorso marzo sull’inclusione di genere puntando in modo particolare alla parità di genere femminile, avviando progetti interni, percorsi formativi e coinvolgendo i fornitori di prodotto a marchio. Nessuna pretesa di risolvere un problema che necessita di molti diversi interventi e che non può essere solo affidato alle singole imprese, ma è la volontà di fare la propria parte che anima Coop”, conclude Latini.

Scopri di più sul progetto #CloseTheGap a questo link.

Condividi questo contenuto

Rimani aggiornato, iscriviti alla newsletter


    Leggi l'informativa sul trattamento dei dati personali