Il grande successo della Pastasciutta Antifascista di Casa Cervi

La settimana scorsa si sono svolte le cene dedicate alla Pastasciutta Antifascista di Casa Cervi, le iniziative realizzate in collaborazione con l’A.N.P.I., i nostri Comitati Soci di zona e alcuni Circoli Cooperativi della Lombardia.

Un evento molto sentito, che anche quest’anno ha visto un’elevata partecipazione.
Il 25 luglio, ad esempio, alla cena presso la cooperativa Antonio Labriola si sono presentate più di 120 persone, con relativo esaurimento posti. È stata una cena multietnica e ricca di famiglie, in cui la pasta è stata la protagonista indiscussa: semplice ma apprezzata da tutti i partecipanti, da cui sono arrivati numerosi complimenti.
Ad accompagnare il pasto l’Hiso Telary Negroamaro Rosato, il vino di Libera Terra dedicato ad un giovane migrante albanese, bracciante nella Puglia degli anni ’90, ucciso nel 1999 dai caporali che ne sfruttavano il lavoro. Mentre la serata è stata arricchita dal monologo teatrale di Lodovico Maria Travaglia, del Chajka Studio.

Alla cena svoltasi il 27 luglio a Como, sul piazzale del nostro supermercato, hanno partecipato, invece, circa 150 persone. Il servizio è stato garantito grazie ad Incroci Onlus, l’associazione che ritira il Buon Fine presso il nostro negozio di Como: i ragazzi hanno allestito gli spazi, mentre le ragazze si sono occupate del servizio ai tavoli.
La cena è stata allietata dal dialogo “Mille lire al mese” a cura del Teatro dell’acqua dolce e dalla spettacolare eclissi lunare, in corso proprio quella sera.

Condividi questo contenuto