Sostenibilità e ambiente nell’educazione al consumo consapevole

Sostenibilità e ambiente nell’educazione al consumo consapevoleL’interesse di insegnanti e studenti per percorsi e laboratori che trattano la tematica ambientale cresce sempre di più.

Il ruolo della scuola per costruire una coscienza ambientalista è senz’altro strategico: chi si occupa di educazione e di formazione devi porsi come obiettivo quello di assicurare un futuro al pianeta e ai suoi abitanti, sentendo la responsabilità di contribuire, di fronte alla gravità dei problemi, a questa trasformazione.

Per la piccola parte che ci compete, la sfida della nostra cooperativa è quella di aumentare la consapevolezza del ruolo che ognuno di noi può avere nel costruire, insieme, un futuro possibile.
Per questo nella guida Saperecoop sono state ampliate le proposte rivolte alle scuole di ogni ordine e grado sulle tematiche della sostenibilità, con un focus particolare su quella ambientale: dai percorsi che affrontano il tema della tutela della biodiversità a quelli che indagano le filiere di produzione di cibo rispettose dell’ambiente, da quelli che ci interrogano sull’impatto dei nostri consumi in rapporto alle risorse del pianeta, ai temi della riduzione dei rifiuti e dello spreco.
La coerenza dell’impegno di Coop sui temi dell’ambiente rafforza i contenuti dell’educazione al consumo, sollecitando scelte di consumo più consapevoli e promuovendo comportamenti virtuosi.

La tutela dell’ambiente è alla base della sicurezza alimentare e della salute delle persone. Salvaguardare l’ambiente non vuol dire solo piantare più alberi e tenere puliti i mari, significa anche garantire benessere e qualità della vita a noi e alle generazioni future. Da questa premessa nascono le azioni concrete sul Prodotto a Marchio, nella gestione dei punti vendita e del trasporto delle merci, abbattendo le emissioni inquinanti, nella riduzione dei rifiuti, nel coinvolgimento degli stakeholder delle filiere produttive.
Un contributo importante per “centrare”, nello specifico, l’obiettivo 12 dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite: «garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo».
La Commissione Europea ha lanciato una campagna di impegni su base volontraria, con l’obiettivo di aumentare l’uso di materia plastica riciclata, eliminare i prodotti monouso e bandire le microplastiche.
Coop ha aderito prontamente e punta a raggiungere nel 2025 l’utilizzo di 6.400 tonnellate di plastica riciclata, al posto di quella vergine, confermando così l’attenzione storica della Cooperativa nei confronti della tutela ambientale. Scopri di più sull’impegno di Coop per la tutela delll’ambiente cliccando qui.

Condividi questo contenuto

Rimani aggiornato, iscriviti alla newsletter


Leggi l'informativa sul trattamento dei dati personali