Prosegue “Un mare di idee per le nostre acque”

Proteggere i mari è un impegno che Coop ha assunto anni fa e, per perseguirlo, per il terzo anno consecutivo rilancia la campagna per l’ambiente un mare di idee per le nostre acque”.

Il progetto riparte da Genova, città dove nel 2019 era stato installato il primo Seabin, un mangiaplastica amico del mare presente grazie alla nostra Cooperativa, anche nelle acque lombarde della Darsena di Milano e del Lago di Como. Il 7 giugno, nella città ligure, in collaborazione con LifeGate e il suo programma PlasticLess, sono stati messi in azione sul molo della Marina Genova a Sestri Ponente il Trash Collec’Thor e il Pixie Drone, entrambi mai presentati in Italia e disponibili oggi, oltre che in Italia, solo in Francia, Grecia, Canada e Usa.

Il primo dispositivo è un nuovo aspirarifiuti del mare che cattura diversi tipi di rifiuti galleggianti come bottiglie di plastica, sacchetti, mozziconi, ma anche idrocarburi e microplastiche fino a 3 mm di diametro. Attivo 7 giorni su 7, ha una capienza che può arrivare fino a 100 kg. Il secondo è invece un drone cacciatore di rifiuti, uno strumento che, navigando, esplora piccole aree di mare o di lago, a caccia dei rifiuti plastici che galleggiano lontano dai punti di accumulo dei pontili. Telecomandato da una distanza di 500 metri, può raccogliere fino a 60 kg di rifiuti: dalla plastica all’organico, dal vetro alla carta, fino ai tessuti.

Secondo uno studio condotto dai ricercatori dell’Ispra, più del 70% dei rifiuti in mare è depositata nei fondali italiani e il 77% è plastica. Per questo, a fianco di tecnologie innovative, la mano dell’uomo può fare la differenza. Un mare di idee per le nostre acque 2022 ha introdotto, accanto ai nuovi dispositivi mangia rifiuti, un team di sub esperti che il 6 giugno hanno realizzato la prima operazione. Guidati da Emilio Mancuso, biologo marino di LifeGate, sub e presidente di Verdeacqua (associazione ambientalista specializzata nell’educazione sulla salvaguardia degli ecosistemi marini) un team di 7 sommozzatori tra cui un fotografo e un video operatore marino hanno ripulito dai rifiuti il fondale di Santa Teresa filmando quanto ritrovato.

Dopo Venezia, seconda città protagonista della campagna Coop, “Un mare di idee per le nostre acque” in autunno farà tappa sul litorale tirrenico a Castiglione della Pescaia e si chiuderà in ottobre a Trieste, dove i sub ripuliranno i fondali dell’Area Marina Protetta di Miramare.

Condividi questo contenuto

Rimani aggiornato, iscriviti alla newsletter


    Leggi l'informativa sul trattamento dei dati personali