Primo maggio 2021: taglio del nastro per Pizzaut

PizzAut, la pizzeria gestita da ragazzi autistici, da sabato primo maggio è finalmente aperta al pubblico coronando il proprio sogno nel giorno della Festa dei Lavoratori. Un passaggio storico, visto che è la prima esperienza di questo genere in Italia, e fondamentale per questo importante progetto di inclusione sociale ideato da Nico Acampora, fondatore di PizzAut e papà di Leo, bambino autistico.

Il locale di Cassina de’ Pecchi, alle porte di Milano, è stato inaugurato alla presenza della Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati e del Monsignor Luca Raimondi. Al taglio del nastro, oltre al senatore Eugenio Comencini, era presente anche Coop Lombardia con il Presidente Daniele Ferrè, in rappresentanza dell’intera cooperativa e dei soci che hanno creduto e sostenuto questo progetto fin dai suoi albori.

L’inclusività per coloro che soffrono di autismo è un tema caro alla nostra cooperativa, che da tempo ha acceso una luce speciale sul tema arrivando a progettare e inaugurare a Monza, nel mese di settembre 2020, il primo supermercato Autism Friendly d’Europa, con l’obiettivo di favorire la qualità dell’inclusione sociale nella comunità, anche attraverso il gesto quotidiano di fare la spesa. Il Presidente Ferré ha annunciato oggi ufficialmente l’estensione del progetto “Autism Friendly” ad altri tre negozi della rete: il Superstore di Milano Arona, il superstore di Busto Arsizio Duca D’Aosta e l’Ipermercato di Baggio.

Quella di sabato è una giornata storica ed emozionante per Pizzaut, che ha dovuto fare i conti con le restrizioni e le difficoltà legate al Covid. La pizzeria era pronta per l’inaugurazione nel 2020, ma ha dovuto rimandare per l’emergenza sanitaria. In questi mesi, nel frattempo, i ragazzi hanno girato l’Italia a bordo di due Truck Food per continuare il loro percorso formativo e di diffusione del progetto. Oggi sono pronti ognuno a ricoprire il proprio ruolo: pizzaioli, baristi e personale di sala, entusiasti e curiosi di accogliere amici e clienti, dopo aver firmato, proprio il 1° maggio, il loro primo contratto di lavoro. Un ulteriore successo che, in questo momento così difficile per i lavoratori, per la ristorazione e per l’Italia, lancia un messaggio di speranza e di ripartenza per tutti e non solo per le famiglie con figli autistici.

In questi anni intensi per PizzAut, la Onlus ha sensibilizzato migliaia di persone sul tema dell’autismo e del diritto al lavoro, arrivando a depositare una legge ad hoc in Parlamento grazie anche alla sensibilità del Senatore Eugenio Comincini. D’ora in avanti ognuno potrà occupare un posto a tavola in questo ristorante speciale, con la speranza che possa essere solo il primo di una lunga serie di ristoranti sociali attenti all’inclusione.

Condividi questo contenuto

Rimani aggiornato, iscriviti alla newsletter


    Leggi l'informativa sul trattamento dei dati personali