Giugno di cultura con il Comitato Soci di Crema

Il giugno del Comitato Soci è un mese all’insegna delle attività culturali, organizzate sul territorio nell’ambito del progetto “Percorsi partecipati di innovazione” del Centro Culturale Sant’Agostino di Crema.

Qualche settimana fa, presso il Centro Culturale, si è chiusa la XXIV edizione del Franco Agostino Teatro Festival (FATF), con un Concorso di Scrittura dedicato alla letteratura, alla capacità di giocare con le parole, con i significati e i significanti, con le atmosfere e le emozioni.

Protagonisti lo scrittore Paolo Malaguti, nella veste di presidente di giuria, e i sette ragazzi finalisti del Concorso di Scrittura promosso dal FATF insieme al Caffè Letterario e al Comitato Soci Coop di Crema.

A fare gli onori di casa, nella sala Bottesini della Fondazione San Domenico, è stata Rachele Donati De Conti, che ha accompagnato i ragazzi durante la chiacchierata con Paolo Malaguti. Il Presidente di giuria, prima di svelare i vincitori, ha voluto spronare i giovani aspiranti scrittori a trovare la propria vena linguistica, a non temere le commistioni tra le parlate, a guardare i grandi autori del passato e del presente, senza timore di prenderli a esempio, perché anche loro erano uomini e donne “comuni”, che mangiavano, respiravano e vivevano.

Sul palco, insieme ai giovani, anche i dirigenti scolatici Paola Orini, Pietro Bacecchi e Attilio Maccoppi, oltre ai membri della giuria Velia Polenghi, Emanuela Groppelli, Paolo Gualandris, Mimma Benelli, Franco Bonizzi, Loretta Doldi, Giovanni Zacchetti e naturalmente la presidente FATF Gloria Angelotti.

A ricevere l’attestato di vincitore della Categoria “Under 14” è stato Emanuele Frigoli, con il racconto “Gli amici ritrovati”, seguito dai finalisti Edoardo Bassi con il testo “Le cere della rinascita” e Arianna Bellodi con il racconto “Ripartiamo!”.

Per i ragazzi della categoria “Scrittori in Erba” si è aggiudicata la palma di vincitrice Harman Kaur autrice del racconto “Il destino sconfitto”, a cui sono seguiti Sofia Bignamini con il testo “La colonna sonora della vita”, Giorgia Gullo con “Il legittimo (dis)ordine” e Anastasia Maria Puma con il racconto “L’artista”.

Un grazie di cuore va quindi ai ragazzi, ai genitori e agli insegnanti che hanno reso possibile la riuscita di questa bellissima iniziativa insieme al Comitato Soci.

Fino a domenica 12 giugno, invece, è aperta al pubblico, la mostra La città ritrovata: luoghi, persone e storie dal fascismo ad oggi, organizzata dall’amministrazione comunale di Crema con il supporto di ANPI e del nostro Comitato Soci nelle sale Agello del centro culturale sant’Agostino.

Si tratta di un’esposizione di fotografie storiche tratte dagli archivi cittadini e dal Centro Alfredo Galmozzi, sui luoghi della città ai tempi dell’occupazione fascista e la reinterpretazione dei luoghi cittadini attraverso la creatività di alcuni giovani artisti cremaschi.

I video, le graphic novel e i disegni di giovani artisti cremaschi sono stati messi in mostra per rappresentare i luoghi della città “in un passato non troppo lontano teatro di sopraffazione, di potere senza controllo, di passiva sudditanza, di folle plaudenti ed osannanti, di diritti violati”.

Condividi questo contenuto

Rimani aggiornato, iscriviti alla newsletter


    Leggi l'informativa sul trattamento dei dati personali