Coltivare responsabilità – Il progetto

coltivare_200x200Dal 2010 Coop Lombardia ha scelto di camminare al fianco di Libera per promuovere una cultura della cittadinanza attiva e responsabile, contro tutte le mafie. Come grande cooperativa di consumatori abbiamo apprezzato e sostenuto da subito il progetto che ha dato vita alle cooperative di Libera Terra, riscattando i beni confiscati alle mafie per restituirli alla collettività.

Promuovere un’economia sana, che coniughi la dignità del lavoro alla sostenibilità delle produzioni dà concretezza ai nostri valori e ci aiuta a trasferire importanti messaggi ai nostri soci e ai cittadini: la bellezza dell’impegno per il proprio territorio, la qualità e la dignità del fare cooperativo come modello culturale ed economico alternativo a quello mafioso, la necessità di una maggiore consapevolezza sui temi della legalità.

Per questo sosteniamo attivamente la nascita e lo sviluppo della cooperativa trapanese “Le Terre di Rita Atria” che coltiverà a uliveto i terreni confiscati al Boss Matteo Messina Denaro.

Come Coop Lombardia abbiamo deciso, negli ultimi anni, di strutturare e articolare il nostro impegno su questi temi “seminando consapevolezza e coltivando responsabilità” insieme alla rete di Libera sul nostro territorio. Attraverso i nostri soci attivi, collaboriamo attivamente con i presidi e i coordinamenti territoriali dell’associazione per condividere idee, linguaggi, proposte culturali e formative: un messaggio corale che dia ancora più voce all’impegno contro la criminalità, particolarmente insidiosa e radicata nella nostra regione.