Ritorna la campagna Close The Gap per genitori #AllaPari

Questa settimana Coop Italia ha rilanciato la campagna #CloseTheGap – riduciamo le differenze, fatta di azioni e impegni per promuovere la parità di genere e combattere le disparità annunciando il focus dell’edizione 2022, ovvero il tema del riequilibrio dei ruoli genitoriali nell’accudimento dei bambini.

Una sfida importante che le Cooperative di consumo sono pronte a sostenere, forti del grande successo dell’edizione 2021: 800mila sono state complessivamente le firme raccolte con la petizione Stop Tampon Tax! Il ciclo non è un lusso, che ha avuto un riscontro immediato con l’abbassamento dal 22% al 10% dell’IVA sugli assorbenti femminili. Numeri importantissimi che raccontano quanto vi sia una sensibilità crescente sul tema e quanto l’impegno di Coop sia rilevante per diffondere una miglior cultura dell’equità di genere.

Le Cooperative hanno scelto di agire a tutto campo, articolando la campagna in molteplici iniziative rivolte sia verso l’interno che verso l’esterno: si è lavorato nel corso dell’anno per avere una maggior presenza di donne nei ruoli direttivi e nella base sociale, e sono stati organizzati percorsi di formazione e sensibilizzazione che hanno coinvolto più di mille persone tra dipendenti, fornitori e soci. Un approccio corale che verrà adottato anche nel 2022, per rendere ancora più incisiva l’azione verso la riduzione delle differenze.  

Il tema del riequilibrio dei ruoli genitoriali è cruciale per colmare un duplice gap: sia quello che penalizza gli uomini, negando il loro diritto a stare di più con i propri figli fin dalla loro nascita, che quello delle donne per le quali la disuguaglianza a casa e in famiglia le vede occuparsi prevalentemente della casa con inevitabili effetti sulla loro crescita professionale e personale. Se in una famiglia entrambi i genitori sono occupati, il 63% del carico familiare grava comunque sulla donna. Nel 2021 in Italia 7 donne su 10 hanno avuto problemi conciliando vita e lavoro e l’11% delle madri non ha mai lavorato per prendersi cura dei figli.  

Sensibilizzare sulla necessità di dividersi i compiti alla pari e riequilibrare i ruoli è l’obiettivo sperato dalla campagna #CloseTheGap per il 2022, con l’invito a Soci e clienti alla firma della petizione Genitori#allapari sull’estensione del congedo di paternità obbligatorio promossa dall’associazione Movimenta.

Qualsiasi cosa se fatta insieme è più facile. A maggior ragione quando nasce un figlio: dividendosi equamente i compiti si divide la fatica e se ne condivide la bellezza.  

La sensibilità che abbiamo incontrato durante il nostro percorso dello scorso anno ci ha dimostrato che l’uguaglianza di genere è un tema che va affrontato seriamente e non solo a parole – spiega Maura Latini, Amministratrice Delegata Coop Italia Continuiamo ad affrontarlo con questo approccio passando da una piccola differenza, quella appunto della Tampon Tax che abbiamo contribuito a ridurre, a una disuguaglianza più profonda che ne genera altre a cascata. E abbiamo concentrato l’attenzione su una misura, il congedo di paternità obbligatorio, su cui crediamo il nostro Paese e la nostra società debbano fare dei passi in avanti. Perché stare di più con i propri figli è un diritto che deve essere riconosciuto anche agli uomini”.  

Condividi questo contenuto

Rimani aggiornato, iscriviti alla newsletter


    Leggi l'informativa sul trattamento dei dati personali