Buoni e giusti: scegli i frutti della legalità

Buoni e giusti: scegli i frutti della legalità

La campagna Buoni e Giusti di Coop ha come obiettivo quello di promuovere l’eticità delle filiere ortofrutticole a rischio e, per questo motivo, è stata selezionata tra le buone pratiche dall’indagine del Milan Center for Food Law and Policy.

Clementine, arance Navel, arance rosse, uva, anguria, melone, finocchi, cavolfiori/cavoli, pomodoro, fragole, patata novella, zucchine, lattuga sono le filiere più a rischio dell’agroalimentare italiano, e per questo motivo sotto la lente dei controlli Coop.
La campagna, avviata nel 2016, ha visto finora attuate circa 1700 ispezioni a oltre 500 aziende agricole, che sono state sottoposte ad audit con la verifica di 11 filiere ortofrutticole.
I risultati sono stati complessivamente positivi e, laddove sono state rilevate delle problematiche riguardanti le norme di sicurezza dei lavoratori, sono stati intrapresi percorsi risolutivi.

Le 7200 aziende agricole all’origine delle filiere dei prodotti a marchio Coop invitate a aderire alla Rete del Lavoro Agricolo di Qualità: sottoscritta dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e dall’INPS. Oltre a ciò, i prodotti ortofrutta della linea Origine, riporteranno sulla confezione la dicitura “controllo di Coop sul rispetto dei diritti dei lavoratori estesi fino alla fase di raccolta in campo”.

Questo perché il lavoro nero dà pessimi frutti e Coop s’impegna ogni giorno a garantire la legalità del lavoro.

Per maggiori approfondimenti e videointerviste clicca qui.

Condividi questo contenuto