Alimenta l’Amore: il progetto

Alimenta l'amore: il progettoAlimenta l’Amore è una campagna promossa da Coop Lombardia in collaborazione con i Comuni e le associazioni animaliste. Il suo intento è quello di creare maggiore sensibilità sul tema del benessere animale, avvertito ormai da un numero sempre maggiore di persone. Gli animali fanno parte della storia evolutiva dell’uomo; ritrovare un equilibrio con loro e la natura è diventata una necessità, per la nostra stessa sopravvivenza.

Coop è in prima linea nella difesa dell’ecosistema e lo fa concretamente guidando il consumatore verso acquisti responsabili, con un’informazione corretta e trasparente, con prodotti di qualità, “buoni” anche per l’ambiente. Siamo stati tra i primi a schierarci dalla parte degli animali e della natura, operando scelte concrete non sempre facili all’interno di una grande catena di distribuzione come la nostra.

Coop ha donato al Comune di Milano 4mila chili di pet food ed ha allestito presso tutti i propri punti vendita milanesi una raccolta permanente di cibo per cani e gatti che sarà poi distribuita, attraverso il Comune, presso le associazioni animaliste. Il contributo dei cittadini, attraverso i loro acquisti, sarà molto importante per aiutare gli animali in difficoltà e le persone che si prendono cura di loro. In collaborazione con le varie associazioni, saranno organizzati dei Pet day durante i quali i volontari saranno presenti nei punti vendita per dare informazioni ai cittadini al fine di favorire una corretta relazione uomo-animale. E’ bene ricordare, infatti, che oltre la metà delle famiglie italiane possiede un animale domestico.

Alimenta l'amore: il progettoAbbiamo realizzato anche un libro fotografico che testimonia il triste fenomeno dell’abbandono e la numerosa presenza di cani e gatti adulti nei canili, i soggetti più difficili da dare in adozione. Grazie alla collaborazione con il parco Canile Rifugio di Milano, la fotografa giornalista Silvia Amodio ha ritratto alcuni dei cani anziani presenti nella struttura dando vita a soggetti che strizzano l’occhio alle fotografie di famiglia e che evidenziano il carattere e la “personalità” di ciascun animale e la sua dignità. Anche se nelle fotografie i cani sono i protagonisti, non ci vogliamo dimenticare dei gatti. A Milano sono state censite 800 colonie feline per un totale di circa 18mila gatti accuditi da cittadini volontari che investono il loro tempo e spendono denaro di tasca propria per sfamarli. Un problema che ha dimensioni importanti, che riguarda tutti ma che pesa sulle spalle di poche persone e che testimonia la relazione non sempre facile gli animali e le persone, soprattutto in una grande città come Milano. Il libro è arricchito dai testi di Elio Fiorucci, Valerio Pocar e di Silvia Amodio.