25 borse di studio finanziate da Coop ad Airalzh Onlus

Martedì 18 settembre sono stati presentati all’Università Statale di Milano 25 progetti triennali dei giovani ricercatori Airalzh Onlus, sostenuti in partnership con Coop.

Nel corso della conferenza stampa sono stati presentati i dati ottenuti nei primi due anni di lavoro, per rendere sempre più precoce ed affidabile la diagnosi delle demenze, attraverso lo studio di biomarcatori specifici, di nuovi strumenti diagnostici e di test specifici di analisi del linguaggio.

Airalzh Onlus è orgogliosa della sua rete di giovani ricercatori, e ritiene molto importante coinvolgere anche i più giovani, facendo conoscere loro una malattia che può colpire tutti, non solo le persone in età avanzata.
Anche per questo motivo, gli stessi ricercatori, supportati da alcuni dei nostri Soci volontari, hanno coinvolto studenti e passanti in un’attività di sensibilizzazione, pensata per avvicinare tutti al tema e per raccontare l’importante impegno nella ricerca.

Si entra ora nel terzo anno dalla creazione (attraverso bando) del progetto di ricerca, che vede coinvolti 25 ricercatori di 23 centri di ricerca in tutta Italia, specializzati in diverse discipline: psicologia, biologia, neurologia, farmaceutica, ingegneria biomedica.
Coop ha colto una sfumatura che molti politici non colgono: dare un supporto e un accompagnamento costante alla ricerca”, con queste parole Monica Di Luca, prorettore per le strategie internazionali dell’Università di Milano, ringrazia la Cooperativa.

Coop crede fortemente nell’importanza della ricerca per migliorare la qualità di vita dei pazienti e di chi se ne prende cura. Proprio per questo, in due anni, ha donato circa 1.400.000 euro per le borse di studio: “contributi che arrivano anche da una relazione con clienti e consumatori che vengono a fare la spesa e, con l’acquisto di determinati prodotti, contribuiscono alla ricerca” – così racconta Maura Latini, direttore generale di Coop Italia, presente alla conferenza per rappresentare “anche i soci che spronano le cooperative a lavorare su temi come questo”.
La raccolta fondi continua nei negozi Coop, con l’iniziativa “Non ti scordar di me”,

Un’attività di sensibilizzazione, e una raccolta fondi, che prosegue nei negozi Coop, con l’iniziativa Non ti scordar di te, che permette a soci e clienti di contribuire alla ricerca con l’acquisto di determinati prodotti. Fino al 30 settembre troverai nei nostri negozi la piantina di Erica Calluna.

Nel corso dell’anno abbiamo selezionato 11 prodotti (a fine 2018 saranno 17) su cui posizionare lo slogan della campagna e indirizzare le scelte dei Soci e consumatori. prodotti diversi, dall’olio ai pomodorini, dal tonno all’acqua e alla piantina di erica, che della campagna è il prodotto simbolo – aggiunge Maura Latini – Abbiamo riscontrato attenzione e disponibilità, sia da parte dei soci e consumatori, che mostrano apprezzamenti, sia da parte dei fornitori che ci hanno aiutato nel progetto. Ad esempio uno degli ultimi prodotti segnalati, ovvero l’uva italiana, ha visto un ritorno importante e un ricavato in contributo pari a 132.000 euro. L’atto d’acquisto se informato e consapevole è uno strumento di scelta che i consumatori hanno a disposizione. Il nostro compito è facilitare queste scelte.”

Condividi questo contenuto

Rimani aggiornato, iscriviti alla newsletter


    Leggi l'informativa sul trattamento dei dati personali