Visioni Concentriche al Teatro Martinitt

Visioni Concentriche al Teatro Martinitt

Visioni Concentriche al Teatro MartinittIl Cinema Teatro Martinitt è sempre più Social&Sociale. Anche sugli argomenti più delicati.
Al via dal 4 febbraio Visioni Concentriche: un riflettore sulla quotidianità.

Cambiano i linguaggi e ci ritroviamo sempre più muti e sempre più sordi.
Ecco allora che, nell’era dei Social, il palcoscenico e il grande schermo tornano a essere luoghi di una comunicazione meno effimera.
In un mondo chiassoso, carico però di silenzi assordanti, il Martinitt si impegna a suo modo, con passione e delicatezza, nel sociale, offrendo l’occasione per affrontare, con un film e due spettacoli teatrali, temi spinosi e dolorosi, e lo fa dal punto di vista soprattutto del linguaggio (o del non-linguaggio).
Un linguaggio che non è fatto solo di parole, troppo spesso non dette o non ascoltate, ma anche di movimenti, espressioni, toni, cenni, sguardi.

Tre appuntamenti in cui si parlerà di molestie sui minori, violenza sulle donne e genitorialità.
Tre occasioni, un film-fiaba (con l’orco, ma pur sempre fiaba) e due spettacoli teatrali, per parlarne insieme, grazie ai dibattiti e alle tavole rotonde organizzate per ogni evento.
Una triplice finestra sul perché riguardo a certi argomenti si diventa muti ma anche sordi.

Per conoscere il programma completo visita il sito del Martinitt cliccando qui.
Per maggiori informazioni è possibile contattare il teatro chiamando il numero 0236580010 o scrivendo a info@teatromartinitt.it

Condividi questo contenuto