Salva il pomodoro: la nuova campagna del progetto Buon Fine

Salva il pomodoro: la nuova campagna del progetto Buon Fine

Il 5 febbraio è la giornata nazionale contro lo spreco alimentare e quest’anno, a chiusura dei festeggiamenti per il decennale del progetto Buon Fine, abbiamo rinnovato la creatività della nostra campagna.

Salva il pomodoro è un appello per salvare un prodotto simbolo della nostra terra, un’eccellenza del settore agroalimentare che rappresenta l’italianità nel mondo. Il pomodoro stesso, però, è spesso anche simbolo delle storture di un sistema produttivo e di mercato capace di generare piaghe sociali come lo sfruttamento del lavoro nero e lo spreco alimentare.

Salva il pomodoro è dunque un invito che gioca sul filo dell’ironia, un appello corale per ricordare quanto il singolo cittadino e la grande distribuzione possano lavorare insieme per rendere più sostenibili le filiere agroalimentari, dal campo al piatto, riducendo sensibilmente lo spreco alimentare.

La campagna, oltre a quantificare in volume e valore i risultati del progetto Buon Fine, rilancia anche la neonata web community CoopNoSpreco, realizzata dall’associazione delle Cooperative di consumatori come strumento di sensibilizzazione e mobilitazione.

Salva il Pomodoro godrà di grande visibilità con redazionali a tutta pagina su TuttoMilano e Repubblica edizione cartacea e Web. Il piano media si arricchisce quest’anno del contributo della piattaforma digital Clickaid sulla quale sarà presente il video realizzato in collaborazione con Casa Surace presso il Refettorio Ambrosiano.
Una collaborazione, quella con Clickaid, che sarà presentata alla stampa il 7 febbraio presso la sede dell’Associazone Altavia.

Nel 2017, Coop Lombardia ha salvato 1.171,61 tonnellate di cibo, per un valore di 5.738.413 euro ed un totale di 2.343.235 pasti distribuiti.

Condividi questo contenuto