Pedala la rivoluzione con ofo

Pedala la rivoluzione con ofo

Sostenibile, conveniente, vicino all’utente. Questa la formula di ofo, il bike sharing a flusso libero che, partendo da Milano, sta ridisegnando la mobilità delle città italiane.

Eliminate le stazioni fisse, ofo consente di connettersi alle sue biciclette gialle presenti sul territorio, localizzandole sulla mappa digitale e interattiva. Raggiunta quella più vicina e scansionato il codice QR sul lucchetto, la pedalata può iniziare! A destinazione, basterà parcheggiarla correttamente ovunque consentito, chiudere il lucchetto e confermare di aver terminato la corsa sull’app. Si paga solo per il tempo di utilizzo, senza alcun deposito cauzionale.

Lanciata nel 2015 nel campus della prestigiosa Università di Pechino, ofo è oggi la prima piattaforma al mondo di bike sharing a flusso libero.
In Italia dallo scorso settembre, ofo ha scelto di partire da Milano, città sempre pronta a sperimentare le ultime tendenze e le novità della mobilità sostenibile, per poi estendere il servizio ad alcuni comuni dell’hinterland e alla città di Varese.
ofo punta ad incoraggiare l’utilizzo della bicicletta negli spostamenti cittadini per promuovere il benessere fisico, mentale e relazionale.
Inoltre, a livello locale, ofo lavora a stretto contatto con le amministrazioni pubbliche, collaborando alla pianificazione urbana e allo sviluppo di strategie volte a rendere le città sempre più a misura di bicicletta e sostenibili, ovvero più belle e vivibili.

Con oltre 5.000 biciclette su strada, per il 2018 ofo punta non solo al consolidamento della sua presenza sul territorio lombardo ma anche all’estensione del servizio in tutta Italia.
I numeri registrati nel solo capoluogo meneghino nell’ultimo trimestre del 2017 indicano che la rivoluzione su due ruote è già in corso: gli utenti ofo hanno compiuto 870mila tragitti sostenibili e percorso oltre 850mila km, ben 21 volte il giro della Terra.

Condividi questo contenuto