L’agenda ritrovata: ciclostaffetta in memoria di Paolo Borsellino

L'agenda ritrovata per Paolo BorsellinoA 25 anni dall’attentato in cui persero la vita Paolo Borsellino e la sua scorta, c’è un Paese che non ha dimenticato e vuole raccontare, ricordare e riflettere su quello che è successo il 19 luglio 1992.
Per farlo, l’Associazione culturale L’Orablù di Bollate ha organizzato una ciclostaffetta che partirà il 25 giugno 2017 da Milano, portando con sè un’agenda rossa che attraverserà l’Italia, e raggiungerà Palermo il 19 luglio 2017, dove verrà consegnata a Salvatore Borsellino che, in tutti questi anni, non ha mai smesso di lottare.

Un’agenda sparita. Un’agenda ritrovata. Entrambe di colore rosso.
Quella sparita apparteneva a Paolo Borsellino ed è misteriosamente scomparsa subito dopo il tragico attentato del 19 luglio 1992 in cui persero la vita il magistrato e la sua scorta. Si trattava di un documento importante che conteneva appunti, nomi e forse rivelazioni sulla strage di Capaci in cui morì Giovanni Falcone.
L’agenda ritrovata è una copia identica di quella smarrita. Ce l’ha Salvatore Borsellino, e l’ha consegnata L’Orablù, che ha deciso di trasformarla nel simbolo di un’iniziativa che vuole diffondere e rafforzare i valori della legalità e della lotta alla mafia.

Nel corso della ciclostaffetta sarranno tantissimi gli spettacoli teatrali, i concerti, le proiezioni e i dibattiti che si svolgeranno nelle diverse tappe in cui l’agenda verrà ospitata. Inoltre luoghi amici accoglieranno i ciclisti, che potranno essere affiancati lungo il percorso da chiunque abbia voglia di pedalare e sudare insieme a loro, mentre sull’agenda si raccoglieranno le testimonianze di tutti i partecipanti.

Per scoprire come partecipare e come sostenere il progetto visitate la sezione dedicata del sito dell’Associazione Culturale L’Orablù.